Dirigenti Scolastici, CIR Toscana e fasce per l’attribuzione delle retribuzione di posizione

UIL Scuola Firenze

Graduatoria definitiva fasce anno scolastico 2017/2018. CIR (Contratto Integrativo Regionale) area V: “Criteri per la determinazione delle fasce per l’attribuzione delle retribuzione di posizione (parte variabile) ai dirigenti scolastici per l’A.S. 2017-2018”, sottoscritto il 28/06/2017.

Di seguito, ed in allegato versione completa e firmata, del Contratto Integrativo Regionale (CIR) area V Dirigenza scolastica. Fasce di retribuzione A.S. 2017/18. Graduatoria definitiva scaricabile e consultabile-

 “Criteri per la determinazione delle fasce e per l’attribuzione della retribuzione di posizione (parte variabile) ai dirigenti scolastici”

Contratto collettivo integrativo regionale a.s 2017/2018 L’anno 2017, il giorno 28 del mese di giugno, in Firenze, presso la sede dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana, in sede di contrattazione integrativa a livello regionale in materia di “Criteri per la determinazione delle fasce e per l’attribuzione della retribuzione di posizione (parte variabile) ai dirigenti scolastici”, si è svolto un incontro tra la Delegazione di parte pubblica composta da:

Domenico Petruzzo Direttore Generale Mirko Fleres Dirigente Lidia Merlo Funzionario U.S.R. Arianna Fabbroni Assistente Amm.va

e la Delegazione di parte sindacale composta da:

CGIL/FLC: Laura Chirici – Angela Pecetta – Daniele Monticelli

CISL: Giovanni Vannucci

UIL SCUOLA: Cristiano Di Donna – Claudio Tomoli

SNALS: Fabio Mancini

ANP/CIDA: Ilaria Baroni - Gianni Camici

per la sottoscrizione del presente Contratto Integrativo Regionale, di seguito denominato CIR.

Premesso, altresì, che i dati e le relative elaborazioni su cui si basa il presente CIR verranno aggiornati ad ogni anno scolastico, a seguito delle variazioni di organico delle scuole.

Premesso anche che:

 la 1^ fascia verrà assegnata automaticamente a tutti gli istituti scolastici sottodimensionati;

 verrà mantenuta la 2^ fascia ai CPIA che presumibilmente per l’anno scolastico 2017/2018 avranno un numero di alunni in linea con le norme vigenti, mentre verrà assegnata la 1^ fascia ai CPIA che risultino sottodimensionati.


Art. 1. In relazione a quanto previsto dal CIR del 16-6-2016, le cui disposizioni conservano efficacia nelle parti non modificate dal presente CIR, nell’a.s. 2017/2018, le istituzioni scolastiche della Toscana vengono ordinate in una apposita graduatoria, in modo decrescente, sulla base dei criteri indicati nella Tabella A, allegata al presente contratto integrativo regionale.

Restano confermati i criteri per le fasce di graduazione in precedenza stabiliti secondo i quali si collocano:

 nella 1^ fascia il 10% delle istituzioni scolastiche della Regione;

 nella 2^ fascia il 70% delle istituzioni scolastiche della Regione;

 nella 3^ fascia il 20% delle istituzioni scolastiche della Regione;

A parità di punteggio, la precedenza per la collocazione nella graduatoria sarà data, nell’ordine:

 dal numero complessivo degli alunni;

 dal numero complessivo dei docenti ed ATA.

Art. 2. La gradazione delle posizioni dirigenziali sarà aggiornata ogni anno, di norma entro il mese di giugno, sulla base dei punteggi indicati nella Tabella A, con apposito atto dell’Ufficio Scolastico Regionale (USR), previa informazione alle Organizzazioni Sindacali sottoscrittrici del presente CIR. A tal fine, l’ USR Toscana procederà attraverso il sistema informativo del MIUR alla rilevazione e verifica dei dati che determinano le gradazioni, che saranno pubblicati in maniera provvisoria sul sito istituzionale dell’USR Toscana. Le eventuali variazioni potranno essere comunicate dai Dirigenti entro 7 giorni dalla data di pubblicazione. Trascorso tale termine sarà pubblicata la gradazione definitiva. Le eventuali variazioni di collocazione nelle fasce e le conseguenti variazioni di attribuzione della retribuzione spettante avranno effetto dal 1° settembre dell’anno di riferimento.

Art. 3. In caso di variazione del numero complessivo delle istituzioni scolastiche della Regione Toscana, a seguito della deliberazione del piano di dimensionamento scolastico regionale, in sede di aggiornamento annuale dei dati di cui al presente CIR, sarà ridefinito il numero delle istituzioni scolastiche (tabella B) collocato nelle 3 fasce di retribuzione; tale modifica avrà effetto dal 1° settembre dell’anno di riferimento. Le unità scolastiche di nuova istituzione saranno graduate sulla base dei criteri fissati dal presente CIR e collocate nelle tre fasce di retribuzione a partire dal 1° settembre dell’anno di riferimento.

Art. 4. Ai dirigenti scolastici spetta la retribuzione di posizione e di risultato determinata per ciascun anno scolastico per l’istituzione scolastica di assegnazione.

Art. 5. L’importo delle fasce di retribuzione di posizione e di risultato sarà rideterminato, per ogni anno scolastico, in base al numero ed alla collocazione nelle varie fasce dei dirigenti scolastici in servizio nella Regione Toscana per l’anno scolastico di riferimento, tenendo conto delle cessazioni dal servizio e delle eventuali nuove assunzioni in servizio.

Letto, approvato e sottoscritto.

Firenze, 28 Giugno 2017

 

Data
25-08-2017
Condividi su: